• Grammatica italiana
    0%
  • 1 Gli articoli italiani [0/8]
  • 2 I nomi (o sostantivi) in italiano [0/20]
  • Esercizi sui nomi in italiano: nomi irregolari al plurale , nomi invariabili e nomi difettivi (Punteggio -/-)Gratuito
  • Esercizio sui nomi: rispondi correttamente! (Punteggio -/-)Gratuito
  • 2.1 I nomi propri e i nomi comuni [0/2]
  • 2.2 I nomi numerabili e i nomi non numerabili [0/2]
  • 2.3 I nomi individuali e i nomi collettivi [0/2]
  • 2.4 I nomi concreti e i nomi astratti [0/2]
  • 2.5 Il genere dei nomi [0/2]
  • 2.6 Il singolare e il plurale dei nomi [0/2]
  • 2.7 Le parole alterate [0/2]
  • 2.8 I nomi primitivi e derivati [0/2]
  • 2.9 Le parole composte [0/2]
  • 3 Gli aggettivi in italiano [0/13]
  • 4 I gradi dell'aggettivo [0/6]
  • 5 I pronomi in italiano [0/6]
  • 6 Le preposizioni italiane [0/13]
  • 7 Gli avverbi italiani [0/15]
  • 7.1 Avverbi di modo [0/3]
  • 7.2 Avverbi di tempo [0/2]
  • 7.3 Avverbi di frequenza [0/1]
  • 7.4 Avverbi di luogo [0/3]
  • 7.5 Avverbi di giudizio [0/1]
  • 7.6 Avverbi di quantità [0/2]
  • 7.7 Avverbi interrogativi [0/2]
  • 7.8 Locuzioni avverbiali [0/1]
  • 8 Modi e tempi verbali in italiano [0/44]
  • Esercizi sui modi verbali: sai riconoscerli? (Punteggio -/-)Gratuito
  • 8.1 Indicativo [0/21]
  • 8.1.1 Presente indicativo italiano [0/3]
  • 8.1.2 Passato prossimo italiano [0/3]
  • 8.1.3 Indicativo imperfetto italiano [0/3]
  • 8.1.4 Trapassato prossimo italiano [0/2]
  • 8.1.5 Passato remoto italiano [0/3]
  • 8.1.6 Trapassato remoto italiano [0/1]
  • 8.1.7 Futuro semplice italiano [0/3]
  • 8.1.8 Futuro anteriore italiano [0/3]
  • 8.2 Congiuntivo [0/8]
  • 8.3 Condizionale [0/4]
  • 8.4 Imperativo [0/3]
  • 8.5 Infinito [0/2]
  • 8.6 Participio [0/4]
  • 8.7 Gerundio [0/1]
  • 9 I verbi italiani [0/14]
  • 10 Le frasi in italiano [0/13]
  • 11 Periodo ipotetico [0/9]
  • 12 Discorso diretto e indiretto [0/3]
  • 13 La forma passiva [0/2]
  • 14 Forma impersonale [0/2]
  • 15 Le congiunzioni [0/2]
  • In questa lezione esamineremo l'utilizzo del discorso diretto e indiretto nella lingua italiana.

    Ci si può avvalere di due modalità per riportare quando detto da una persona, vediamo come con la seguente tabella:

      Descrizione Esempi

    Discorso diretto

    Frase riportata con le esatte parole di chi parla.
    • Natasha dice: "Me ne vado".
    • Elena dice: "Ho male alla gamba".

    Discorso indiretto

    Frase riportata con le parole di un narratore.
    • Natasha dice che se ne va.
    • Elena dice di avere male alla gamba.

    Il discorso diretto

    Il discorso diretto è quando si riportano esattamente le stesse parole dei personaggi nel modo in cui sono state pronunciate.

    Per segnalare il discorso diretto si utilizzano i segni grafici quali le virgolette alte (" ") e basse (« »). Le virgolette sono sempre precedute dai due punti (:).

    Esempi:

    • Serena dice: «Sono stanca».    
    • Luca dice: «Ho fame».     
    • Annalisa ordinò: «Correte!».       

    E anche possibile l'utilizzo di una lineetta dopo i due punti al posto delle virgolette.

    Esempi:

    • Andrea disse: - Andiamo.
    • Sara disse: - Sono desolata.
    • Emma disse: - Ho paura!

    Vediamo ora come inglobare un discorso diretto in una frase attraverso una citazione:

    • Entrammo nella stanza e Giada disse "Wow che bel posto!".

    Studia questa lezione assieme a un insegnante

    Studiare per conto tuo può risultare inefficiente: nessuno ti sta guidando e non ricevi alcun feedback. Pertanto, chiedi aiuto a uno dei nostri insegnanti!

    Ottieni una lezione di prova gratuita!
    Mostra insegnanti

    Il discorso indiretto

    Il discorso indiretto, diversamente da quello diretto, riporta le parole altrui riferite da qualcun'altro ad esempio un narratore. Questo narratore riformula le parole dette dal locutore quindi senza utilizzare le stesse parole. Nel discorso indiretto non vengono usati i segni grafici ma vengono usati verbi come dire, domandare, rispondere, ecc.

    In oltre per riferire ciò che è stato detto si introduce con " che ", " a ", " di ", " se ".

    Esempi:

    • Serena dice di essere stanca.
    • Luca dice di avere fame.
    • Annalisa ordinò di correre.

    Trasformazione da discorso diretto a indiretto

    Quando si trasforma una frase da discorso diretto a indiretto bisogna tenere conto di alcuni di questi elementi subiscono delle modifiche:

    • I verbi
    • I segni grafici
    • Gli avverbi
    • I dimostrativi
    • I pronomi personali, gli aggettivi e i pronomi possessivi 

    I verbi

    Nel passaggio da discorso diretto a indiretto i verbi devono adattarsi al modo e al tempo della reggente.

    1) Nel caso in cui il verbo della reggente sia al presente o al futuro, i modi e i tempi rimangono invariati anche nel discorso indiretto.

    Esempi:

    • Marica dice: «Faccio la spesa» → Marica dice che fa spesa.
    • Luisa dice: «Farò la spesa» → Luisa dice che farà la spesa.

    2) Se il verbo reggente è al passato invece:​

      Verbi al passato Verbo della reggente Verbo della dipendente Trasformazione
    1 Presente indicativo = Imperfetto/Passato remoto Anna disse: "Ho fame" Anna disse che aveva fame
    2 Futuro indicativo = Condizionale Anna disse: "Domani partirò" Anna disse che domani sarebbe partita.
    3 Passato prossimo indicativo = Trapassato Anna disse: "Sono andata al mare" Anna disse che era andata al mare.
    4 Imperativo = Congiuntivo imperfetto/Infinito Anna disse: "Dammi il telefono!" Anna disse di darle il telefono.
    5 Passato remoto indicativo Trapassato prossimo Anna disse: "Partecipai alle nazionali di nuoto in gioventù" Anna disse che aveva partecipato alle nazionali di nuoto in gioventù.
     6     Presente indicativo di una proposizione interrogativa = Imperfetto congiuntivo Anna chiese:  "Chi bussa la porta?" Anna chiese chi bussasse la porta.

     

    I segni grafici

    Nella trasformazione da discorso diretto a indiretto i segni grafici vengono omessi.

    La frase si trasforma inoltre in una proposizione subordinata.

    Esempio: 

    • Anna dice: «Ho fame!»  =  Anna dice che ha fame.
    • Anna dice: «Faccio ginnastica»  =  Anna dice che fa ginnastica.

    Gli avverbi

    La trasformazione degli avverbi di tempo e luogo:

    • Oggi = Quel giorno
    • Ieri = Il giorno precedente/ il giorno prima
    • Domani = Il giorno seguente/ l’indomani/ il giorno dopo
    • Ora = Allora
    • Qui = Li
    • Qua= Là

    Esempio:

    • Il professore disse: «Ieri si è svolta la grande riunione».  =  Il professore disse che il giorno precedente si era svolta la grande riunione.

    I dimostrativi

    Vediamo come si trasformano i dimostrativi:

    • Questo = Quello
    • Codesto = Quello

    Esempio:

    • Anna disse: "Mi trovo qui, vicino a questo ristorante".  =   Anna disse che si trovava lì, vicino a quel ristorante.

    I pronomi personali, gli aggettivi e i pronomi possessivi 

    I pronomi personali, gli aggettivi e i pronomi possessivi di 1ª  e 2ª persona diventano di 3ª persona.

    Esempio:

    • Anna disse: «Io vi ringrazio tutti per la vostra collaborazione».  =  Anna disse che lei ci ringraziava tutti per la nostra collaborazione.

     

    enlightenedAttenzione! Alcune regole da tenere a mente:​

    Situazione Discorso diretto Trasformazione in discorso indiretto
    Indicatori temporali rimangono invariati se la frase è al presente. Anna dice: "Oggi vado al cinema" Anna dice che oggi va al cinema.

    Se il soggetto della frase è sempre lo stesso è possibile utilizzare di + infinito (forma implicita).

    Anna dice: "Ho fame!" Anna dice di avere fame.

    Se i soggetti sono diversi si usa che + verbo coniugato (forma esplicita).

    Anna dice a Sara: "Vado al mare"  Anna dice a Sara che va al mare.