• Grammatica italiana
    0%
  • 1 Gli articoli italiani [0/8]
  • 2 I nomi (o sostantivi) in italiano [0/20]
  • Esercizi sui nomi in italiano: nomi irregolari al plurale , nomi invariabili e nomi difettivi (Punteggio -/-)
  • Esercizio sui nomi: rispondi correttamente! (Punteggio -/-)
  • 2.1 I nomi propri e i nomi comuni [0/2]
  • 2.2 I nomi numerabili e i nomi non numerabili [0/2]
  • 2.3 I nomi individuali e i nomi collettivi [0/2]
  • 2.4 I nomi concreti e i nomi astratti [0/2]
  • 2.5 Il genere dei nomi [0/2]
  • 2.6 Il singolare e il plurale dei nomi [0/2]
  • 2.7 Le parole alterate [0/2]
  • 2.8 I nomi primitivi e derivati [0/2]
  • 2.9 Le parole composte [0/2]
  • 3 Gli aggettivi in italiano [0/13]
  • 4 I gradi dell'aggettivo [0/6]
  • 5 I pronomi in italiano [0/6]
  • 6 Le preposizioni italiane [0/13]
  • 7 Gli avverbi italiani [0/15]
  • 7.1 Avverbi di modo [0/3]
  • 7.2 Avverbi di tempo [0/2]
  • 7.3 Avverbi di frequenza [0/1]
  • 7.4 Avverbi di luogo [0/3]
  • 7.5 Avverbi di giudizio [0/1]
  • 7.6 Avverbi di quantità [0/2]
  • 7.7 Avverbi interrogativi [0/2]
  • 7.8 Locuzioni avverbiali [0/1]
  • 8 Modi e tempi verbali in italiano [0/44]
  • Esercizi sui modi verbali: sai riconoscerli? (Punteggio -/-)
  • 8.1 Indicativo [0/21]
  • 8.1.1 Presente indicativo italiano [0/3]
  • 8.1.2 Passato prossimo italiano [0/3]
  • 8.1.3 Indicativo imperfetto italiano [0/3]
  • 8.1.4 Trapassato prossimo italiano [0/2]
  • 8.1.5 Passato remoto italiano [0/3]
  • 8.1.6 Trapassato remoto italiano [0/1]
  • 8.1.7 Futuro semplice italiano [0/3]
  • 8.1.8 Futuro anteriore italiano [0/3]
  • 8.2 Congiuntivo [0/8]
  • 8.3 Condizionale [0/4]
  • 8.4 Imperativo [0/3]
  • 8.5 Infinito [0/2]
  • 8.6 Participio [0/4]
  • 8.7 Gerundio [0/1]
  • 9 I verbi italiani [0/14]
  • 10 Le frasi in italiano [0/13]
  • 11 Periodo ipotetico [0/9]
  • 12 Discorso diretto e indiretto [0/3]
  • 13 La forma passiva [0/2]
  • 14 Forma impersonale [0/2]
  • 15 Le congiunzioni [0/2]
  • Gli aggettivi e i pronomi numerali

    Gli aggettivi e i pronomi numerali servono ad indicare una quantità precisa e, nonostante abbiano la stessa forma, si usano in maniera differente.

    Gli aggettivi numerali si usano per quantificare il numero dell'elemento a cui si riferiscono, mentre i pronomi numerali indicano la quantità dell'elemento che sostituiscono.

    I numerali cardinali

    I numerali cardinali precisano la quantità esatta di persone, cose e animali e sono invariabili tranne "uno" e "mille".

    Si pongono prima del sostantivo che accompagnano, ma nel linguaggio scientifico e in quello burocratico è possibile trovarli dopo.

    • Una macchina gialla
    • Ho guadagnato duemila euro questo mese
    • Puoi portare le cinque sedie del balcone in casa, per favore?
    • Dato che il lato di un quadrato misura cm 5, calcolate l'area
    • L'assassino è stato condannato ad anni venticinque in una prigione di massima sicurezza

    Regole per l'uso dei numerali cardinali

    1. Uno

    Uno si comporta come l'articolo indeterminativo quando si tratta di troncamento e elisione:

    • Uno albero → Un albero
    • Una estate → Un'estate

    I numerali composti di uno possono essere troncati quando precedono un nome maschile:

    • Ventuno animali → Ventun animali
    • Ventuno artiste

    2. Composti in -tre

    I composti in -tre devono essere scritte con l'accento acuto:

    • Duecentotré
    • Ventimilatrecentotré
    • Trentatré

    3. Due numerali

    Un numerale formato da due numeri, si scrive senza spazi:

    • Quarantacinque
    • Ottantadue
    • Ventitré

    4. Milione e miliardo

    I composti di milione e miliardo vanno scritti staccati:

    • Due milioni
    • Un miliardo

    Inoltre entrambi, in quanto sostantivi, hanno la forma plurale e sono preceduti da una preposizione se sono seguiti da una determinazione:

    • Cinque milioni
    • Tre miliardi di euro

    5. Composti con cento e mille

    I composti che iniziano con cento e mille possono essere scritti sia attaccati sia separati dalla congiunzione "e":

    • Milleventi o Mille e venti
    • Centocinque o Cento e cinque

    6. Date

    Quando scriviamo le date, usiamo i numerali cardinali per indicare il giorno, ma il numero 1 viene indicato con l'ordinale primo:

    • Il cinque Dicembre
    • Il primo Maggio

    I numerali ordinali

    Indicano la posizione di un elemento in una scala numerica.

    I numerali ordinali si comportano come gli aggettivi qualificativi, quindi si accordano in genere e numero al sostantivo a cui si riferiscono.

    Normalmente precedono il sostantivo a cui si riferiscono, tranne quando si tratta di papi, principi, regnanti che vengono indicati con i numeri romani posti dopo il nome.

    1. 1 - 10

    I primi dieci numeri hanno una forma particolare:

    • Primo
    • Secondo
    • Terzo
    • Quarto
    • Quinto
    • Sesto
    • Settimo
    • Ottavo
    • Nono
    • Decimo

    2. Dopo 10

    Dall'11 in poi si formano aggiungendo il suffisso -esimo al numerale cardinale, che spesso perde l'ultima vocale:

    • Undici → Undicesimo
    • Cinquantatré → Cinquantatreesimo (in questo la vocale non si perde)
    • Settanta → Settantesimo

    3. Mille

    Mille al plurale non diventa mila:

    • Ottomila → Ottomillesimo
    • Trentamila → Trentamillesimo

    I numerali moltiplicativi

    I numerali moltiplicativi indicano quanto volte una quantità è maggiore di un'altra.

    Non c'è una preferenza sulla loro posizione, quindi possono essere posti sia prima che dopo il sostantivo a cui si riferiscono.

    I moltiplicativi più usati sono:

    • Doppio
    • Triplo
    • Quadruplo
    • Quintuplo
    • Sestuplo

    Dal 7 in poi si preferisce usare la struttura "tot volte + comparativo di maggioranza":

    • Francesco ha un computer dieci volte più veloce del mio

    Anche gli aggettivi duplice, triplice, quadruplice, quintuplice ecc... appartengono a questa categoria, ma si usano per indicare che un elemento è costituito da più parti:

    • Ho bisogno dell'attestato in duplice (due) copia per l'università

    I numerali frazionari

    I numerali frazionari indicano le parti di un'unica unità.

    I numerali cardinali indicano il numeratore, mentre i numerali ordinali indicano il denominatore. Per indicare la metà si usano le parole "mezzo" e "metà".

    • Un quarto della torta di compleanno
    • Mi dai metà del tuo panino? Ho scordato il pranzo a casa

    I numerali distributivi

    I numerali distributivi indicano in che modo sono distribuiti numericamente persone, animali o cose.

    Ecco alcuni esempi:

    • La maestra consegnerà agli studenti il foglio per la verifica uno ad uno
    • Entrate nel museo due per volta
    • Ogni quattro persone, la quinta non paga l'entrata

    I numerali collettivi

    I numerali collettivi indicano un insieme.

    Non c'è un ordine  completo, quindi ecco quelli più usati:

    • Paio o coppia = due elementi
    • Decina = dieci unità
    • Dozzina = dodici unità
    • Quelli per indicare i multipli di 10: ventina, trentina, quarantina, cinquantina, ecc...

    Quando vengono usati dopo la dozzina, indicano quantità non precise e vengono preceduti dall'articolo indeterminativo:

    • Avrà una trentina d'anni
    • Al concerto ci saranno state un migliaio di persone

    I pronomi numerali

    I pronomi numerali hanno la stessa forma degli aggettivi numerali e seguono le stesse regole di utilizzo.

    Bisogna ricordare però che i pronomi non accompagnano un sostantivo, ma lo sostituiscono.

    Ecco qualche esempio:

    • Ho preso delle patatine, ne vuoi una?
    • Paolo guadagna mille euro al mese, io solo ottocento
    • Io sono stata la terza persona ad entrare, la mia amica la quinta
    • Febbraio è il secondo mese dell'anno, Settembre il nono
    • Sono andata in vacanza 2 volte quest'anno, lo scorso anno solo una

    Allenati subito con i nostri esercizi! wink

    Esercizi

    Esercizi sui numerali: completa le frasi

    Esercizi sugli aggettivi e i pronomi numerali