• Grammatica italiana
    0%
  • 1 Gli articoli italiani [0/8]
  • 2 I nomi (o sostantivi) in italiano [0/20]
  • Esercizi sui nomi in italiano: nomi irregolari al plurale , nomi invariabili e nomi difettivi (Punteggio -/-)
  • Esercizio sui nomi: rispondi correttamente! (Punteggio -/-)
  • 2.1 I nomi propri e i nomi comuni [0/2]
  • 2.2 I nomi numerabili e i nomi non numerabili [0/2]
  • 2.3 I nomi individuali e i nomi collettivi [0/2]
  • 2.4 I nomi concreti e i nomi astratti [0/2]
  • 2.5 Il genere dei nomi [0/2]
  • 2.6 Il singolare e il plurale dei nomi [0/2]
  • 2.7 Le parole alterate [0/2]
  • 2.8 I nomi primitivi e derivati [0/2]
  • 2.9 Le parole composte [0/2]
  • 3 Gli aggettivi in italiano [0/13]
  • 4 I gradi dell'aggettivo [0/6]
  • 5 I pronomi in italiano [0/6]
  • 6 Le preposizioni italiane [0/13]
  • 7 Gli avverbi italiani [0/15]
  • 7.1 Avverbi di modo [0/3]
  • 7.2 Avverbi di tempo [0/2]
  • 7.3 Avverbi di frequenza [0/1]
  • 7.4 Avverbi di luogo [0/3]
  • 7.5 Avverbi di giudizio [0/1]
  • 7.6 Avverbi di quantità [0/2]
  • 7.7 Avverbi interrogativi [0/2]
  • 7.8 Locuzioni avverbiali [0/1]
  • 8 Modi e tempi verbali in italiano [0/44]
  • Esercizi sui modi verbali: sai riconoscerli? (Punteggio -/-)
  • 8.1 Indicativo [0/21]
  • 8.1.1 Presente indicativo italiano [0/3]
  • 8.1.2 Passato prossimo italiano [0/3]
  • 8.1.3 Indicativo imperfetto italiano [0/3]
  • 8.1.4 Trapassato prossimo italiano [0/2]
  • 8.1.5 Passato remoto italiano [0/3]
  • 8.1.6 Trapassato remoto italiano [0/1]
  • 8.1.7 Futuro semplice italiano [0/3]
  • 8.1.8 Futuro anteriore italiano [0/3]
  • 8.2 Congiuntivo [0/8]
  • 8.3 Condizionale [0/4]
  • 8.4 Imperativo [0/3]
  • 8.5 Infinito [0/2]
  • 8.6 Participio [0/4]
  • 8.7 Gerundio [0/1]
  • 9 I verbi italiani [0/14]
  • 10 Le frasi in italiano [0/13]
  • 11 Periodo ipotetico [0/9]
  • 12 Discorso diretto e indiretto [0/3]
  • 13 La forma passiva [0/2]
  • 14 Forma impersonale [0/2]
  • 15 Le congiunzioni [0/2]
  • Avverbi di modo

    I primi avverbi che affronteremo sono gli avverbi di modo, i più usati e i più numerosi nella lingua italiana, vengono utilizzati per descrivere la modalità in cui si svolgono un'azione o un fatto. La loro abbondanza dipende soprattutto dal fatto che si possono formare a partire da quasi tutti gli aggettivi qualificativi e nel corso di questa lezione vedremo insieme come fare.

    Quali sono gli avverbi di modo

    Gli avverbi di modo rispondono alle domande "Come? In che modo?"

    • Oggi sono stato bene con te
    • Se vuoi vincere devi correre più velocemente
    • Ieri ho scambiato accidentalmente il mio zaino con il tuo
    • Parla piano o ti sentiranno tutti
    • Mi chiesero gentilmente di firmare la loro petizione
    • Contro ogni pronostico, il treno è arrivato perfettamente in orario
    • Generalmente preferisco guardare la televisione piuttosto che leggere

    Come formare gli avverbi di modo?

    Esistono vari metodi per formare gli avverbi di modo:

    1) Parole singole

    Alcuni avverbi sono semplicemente delle parole

    Esempi:

    • Non capisco molto bene l'italiano
    • Senza occhiali Greta vede male
    • Se parli così piano non riesco a sentirti
    • Non parlare forte o sveglierai tutti

    2) Aggettivi in -a + suffisso -mente

    Alcuni avverbi si formano unendo la forma femminile singolare degli aggettivi terminanti in -o al suffisso -mente

    Esempi:

    • Sicuramente Alessandro troverà una soluzione
    • Francesca ha spiegato chiaramente il suo punto di vista
    • Certamente non è facile imparare una nuova lingua, ci vuole molta costanza

    3) Aggettivi in -e + suffisso -mente

    Altri avverbi si formano aggiungengo alla forma singolare maschile degli aggettivi terminanti in -e il suffisso -mente. Gli aggettivi che terminano per vocale + -le e -re perdono la -finale

    Esempi:

    • Siamo felicemente sposati da 5 anni
    • Se non cammini velocemente, perderemo l'autobus
    • Gianluca si pone sempre amichevolmente, anche con le persone che non conosce
    • Il cavolo non mi piace particolarmente

    4) Aggettivi in -a per entrambi i generi

    Aggiungendo il suffisso -isticamente agli aggettivi che terminano in -a per entrambi i generi, otteniamo altri avverbi. In questi casi la -a finale si perde.

    Esempi:

    • Egoisticamente parlando, è meglio non farsi coinvolgere nelle questioni altrui
    • Simone cerca di risolvere ogni discussione pacificamente

     

    Il grado di comparazione degli avverbi di modo

    Poiché la maggior parte degli avverbi di modo derivano da aggettivi qualificativi, anche loro presentano forme di comparativo superlativo.

    1) Comparativo di maggioranza e di minoranza

    Il comparativo di maggioranza si forma unendo la particella "più" all'avverbio, mentre per il comparativo di minoranza si usa la particella "meno"

    Esempi:

    • Io parlo velocemente.
    • Io parlo più velocemente di Filippo.
    • Filippo parla meno velocemente di me.

    2) Superlativo

    Per formare il superlativo di un avverbio bisogna aggiungere il suffisso -mente al superlativo dell'aggettivo da cui deriva

    Esempi:

    • Cesare studia facilmente
    • Fabio studia facilissimamente
    • Gianmarco ti saluta caramente
    • Nicoletta ti saluta carissimamente

    enlightenedAlcuni avverbi presentano un comparativo e un superlativo anomali, nella tabella potete vedere quelli più usati

      Avverbio Comparativo Superlativo
    Buono Bene Meglio Ottimamente, molto bene
    Cattivo Male Peggio Pessimamente, molto male
    Grande Grandemente Maggiormente Massimamente, sommamente
    Piccolo Poco Meno Minimamente, molto poco, pochissimo
    Molto Molto Più Moltissimo, assai

    Ora non ci resta che provare qualche esercizio per migliorare, vediamoli subito!

    Esercizi

    Esercizi su come formare gli avverbi di modo in italiano a partire da un aggettivo

    Esercizi sugli avverbi di modo in italiano: completa le frasi con il giusto avverbio

    Esercizi sugli avverbi di modo in italiano: scegli l'artenativa corretta tra quelle proposte