• Grammatica italiana
    0%
  • 1 Gli articoli italiani [0/8]
  • 2 I nomi (o sostantivi) in italiano [0/20]
  • Esercizi sui nomi in italiano: nomi irregolari al plurale , nomi invariabili e nomi difettivi (Punteggio -/-)Gratuito
  • Esercizio sui nomi: rispondi correttamente! (Punteggio -/-)Gratuito
  • 2.1 I nomi propri e i nomi comuni [0/2]
  • 2.2 I nomi numerabili e i nomi non numerabili [0/2]
  • 2.3 I nomi individuali e i nomi collettivi [0/2]
  • 2.4 I nomi concreti e i nomi astratti [0/2]
  • 2.5 Il genere dei nomi [0/2]
  • 2.6 Il singolare e il plurale dei nomi [0/2]
  • 2.7 Le parole alterate [0/2]
  • 2.8 I nomi primitivi e derivati [0/2]
  • 2.9 Le parole composte [0/2]
  • 3 Gli aggettivi in italiano [0/13]
  • 4 I gradi dell'aggettivo [0/6]
  • 5 I pronomi in italiano [0/6]
  • 6 Le preposizioni italiane [0/13]
  • 7 Gli avverbi italiani [0/15]
  • 7.1 Avverbi di modo [0/3]
  • 7.2 Avverbi di tempo [0/2]
  • 7.3 Avverbi di frequenza [0/1]
  • 7.4 Avverbi di luogo [0/3]
  • 7.5 Avverbi di giudizio [0/1]
  • 7.6 Avverbi di quantità [0/2]
  • 7.7 Avverbi interrogativi [0/2]
  • 7.8 Locuzioni avverbiali [0/1]
  • 8 Modi e tempi verbali in italiano [0/44]
  • Esercizi sui modi verbali: sai riconoscerli? (Punteggio -/-)Gratuito
  • 8.1 Indicativo [0/21]
  • 8.1.1 Presente indicativo italiano [0/3]
  • 8.1.2 Passato prossimo italiano [0/3]
  • 8.1.3 Indicativo imperfetto italiano [0/3]
  • 8.1.4 Trapassato prossimo italiano [0/2]
  • 8.1.5 Passato remoto italiano [0/3]
  • 8.1.6 Trapassato remoto italiano [0/1]
  • 8.1.7 Futuro semplice italiano [0/3]
  • 8.1.8 Futuro anteriore italiano [0/3]
  • 8.2 Congiuntivo [0/8]
  • 8.3 Condizionale [0/4]
  • 8.4 Imperativo [0/3]
  • 8.5 Infinito [0/2]
  • 8.6 Participio [0/4]
  • 8.7 Gerundio [0/1]
  • 9 I verbi italiani [0/14]
  • 10 Le frasi in italiano [0/13]
  • 11 Periodo ipotetico [0/9]
  • 12 Discorso diretto e indiretto [0/3]
  • 13 La forma passiva [0/2]
  • 14 Forma impersonale [0/2]
  • 15 Le congiunzioni [0/2]
  • In questa lezione analizzeremo la frase complessa in italiano.

    Struttura della frase complessa

    Mentre la frase semplice è una serie di parole aventi un solo verbo e autonoma, la frase complessa si presenta con più verbi.

    La frase complessa è dunque formata da diverse frasi semplici composte da più proposizioni collegate tra loro.

    Per formare la frase complessa è possibile aggiungere una frase dipendente prima o dopo la frase principale. Le frasi dipendenti sono di solito divise dalle frasi principali da una virgola.

    Esempi:

    • Io parlo al telefono, mentre Marco guarda la tv
    • Sono stanco, ho bisogno di un caffè

    Le proposizioni coordinate e subordinate

    Le proposizioni in Italiano possono essere di due tipi:

    • Coordinate    
    • Subordinate  

    Studia questa lezione assieme a un insegnante

    Studiare per conto tuo può risultare inefficiente: nessuno ti sta guidando e non ricevi alcun feedback. Pertanto, chiedi aiuto a uno dei nostri insegnanti!

    Ottieni una lezione di prova gratuita!
    Mostra insegnanti

    Le proposizioni coordinate 

     Si dicono proposizioni coordinate quando le proposizioni sono autonome, indipendenti l'una dall'altra aventi senso compiuto.

    La prima proposizione è detta proposizione principale e le altre sono coordinate alla principale.

    Esempi:

    • Mi vesto e faccio colazione
    • Maria telefona e porta a spasso il cane

    Queste proposizioni coordinate si classificano in:

      Descrizione Esempi

    Copulativa

    Quando si uniscono due proposizioni. Normalmente aggiungendo e(valore positivo) e (valore negativo)
    • Ho visto Carla e abbiamo preso un gelato
    • Non ha parlato né chiesto scusa 

    Avversativa

    Quando si esprime un contrasto tra due proposizioni con l'utilizzo delle congiunzioni quali: però, ma, eppure, anzi, tuttavia, bensì 
    • Non ci conosciamo, eppure mi ha invitato
    • Si sente meglio, ma ha bisogno di riposo

    Disgiuntiva

    Per esprimere un'alternative tra due elementi con l'uso di: o, oppure, ovvero
    • Prendi la macchina o vai in autobus?
    • Vieni con noi oppure vai a casa?

    Coclusiva

    Indica che la seconda parte della frase è la conseguenza della prima con l'utilizzo di: quindi,dunque, pertanto 
    • Ho perso il bus, quindi vado in macchina
    • Fa caldo, dunque andiamo al mare

    Dichiarativa o esplicativa

    Quando si vuole indicare che il secondo elemento conferma il primo con l'utilizzo di: infatti, cioè
    • La banca è chiusa, infatti chiude alle 14
    • Il colloquio non è andato bene, infatti è andato malissimo
    Correlativa Quando due elementi sono dipendenti l'uno all'altra con l'uso di: sia...sia, e...e, o...o, nè...nè
    • Questa città non ha nè una banca e nè un ufficio postale
    • Andremo sia al mare e sia in montagna


    Le proposizioni subordinate

    Si dicono proposizioni subordinate quando nel periodo si ha una proposizione principale con senso compiuto dalla quale le altre dipendono (chiamate proposizioni dipendenti)

    Esempi:

    • Ho bisogno della macchina per andare in ufficio
    • Andiamo al mare se non piove

    Le proposizioni subordinate si distinguono in:​

      Descrizione Esempi

    Esplicite

    Uso del modo finito (indicativo, congiuntivo, condizionale)
    • Se chiami,puoi risolvere tutto
    • Credo che verrò

    Implicite

    Uso del modo indefinito (infinito, gerundio, participio)
    • Chiamando, puoi risolvere tutto
    • Credo che vengo

     

    enlightenedAttenzione non vi sono subordinate all'imperativo

    Classificazione delle subordinate 

    Le proposizioni subordinate si classificano in:​

      Descrizione Esempi

    Proposizioni argomentali

    Usate per ampliare uno degli argomenti legati al verbo della frase principale. Può avere funzione di soggetto, di complemento oggetto o complemento indiretto.
    • Penso di avere ragione
    • Sono convinto di avere ragione

    Proposizioni non argomentali 

    Sono aggiunte alla principale per specificare con altri concetti quanto già detto nella principale
    • Mentre ascoltavo la musica ho sentito il campanello
    • Non vado in banca perchè è chiusa

    Proposizioni relative

    Le proposizioni relative sono proposizioni subordinate precedute da un avverbio relativo o pronome e fanno da azione attributiva per indicare la quantità di un componente all’interno della proposizione principale.

    In italiano i pronomi utilizzati sono i seguenti:

    Maschile singolare Femminile singolare Maschile plurale Femminile plurale
    Che Che Che Che
    Cui  Cui Cui Cui
    Il quale La quale I quali Le quali

    Quando si parla di proposizioni relative si possono usare due tipi di strutture:

    • Relative dove l'informazione è omissibile
    • Relative dove l'informazione non è omissibile

    enlightenedRelative (informazione omissibile): Soggetto + [Virgola + Pronome relativo + Verbo + Oggetto + Virgola] + Verbo principale + Resto della frase

    In questo tipo di frase l'informazione può essere omessa ma la frase risulta comunque di senso compiuto

    Esempi:

    • Mio cugino, il quale si è sposato il mese scorso, si chiama Pietro
    • Camilla, dopo 7 ore di lavoro , è esausta

    enlightenedRelative (informazione non omissibile): Soggetto + [Pronome relativo + Verbo + Altri elementi] + Verbo principale + Resto della frase

    In questa seconda frase l'informazione è di essenziale importanza per il senso della frase e perciò non puo essere omessa

    Esempi:

    • Il sentiero che stiamo percorrendo è sbagliato
    • La macchina che Luca ha comprato è già sfasciata

    Interrogative Indirette e Discorso indiretto

    Interrogative dirette: Frasi subordinate sotto forma di domanda (se, come, perché, quando, quanto e dagli aggettivi e pronomi interrogativi chi, che cosa, cosa, quale, quanto)

    Discorso diretto: Usato per riferire cosa ha detto una persona

    Sono di solito introdotte dalle seguenti parole:

    Verbi Chiedere, Pensare, Credere
    Nomi Domanda, Dubbio
    Aggettivi Curioso, Dubbioso
    Preposizioni Se,Come, Perchè, Quanto, Quando
    Congiunzioni Che
    Aggettivi interrogativi e pronomi Chi, Il quale, Che cosa/cosa, Quanto

     

    enlightenedInterrogative dirette/Discorso diretto: Soggetto/(Pronome personale) + Elemento introduttivo + Resto della frase

    Esempi:

    • Mi chiedo se domani pioverà
    • Anna ha detto che le piace sciare

    Frasi infinitive

    Le frasi infinitive sono frasi nelle quali il predicato è formato da un verbo all'infinito.

    enlightenedFrasi infinitive: Frase principale + Preposizione/Nessun elemento di collegamento + Verbo all'infinito (+ resto della frase)

    Esempi:

    • Mi ha mandato un file da stampare
    • Le piace andare a lavoro in macchina